Lucio Silla alla Scala: inutile paccottiglia

Da sempre fautori degli allestimenti tradizionali ed oleografici quanto basta mai avremmo immaginato che davanti ad un aborto di questi avremmo provato profondo dissenso dalla scelta, considerata non rispetto della tradizione, ma dileggio ed oltraggio della stessa. Legittima domanda: cosa … Continua a leggere

La Juive versus L´Elisir d´Amore

„Leider sind wir – für diese Jahreszeit nicht ungewöhnlich – von einer größeren Krankheitswelle betroffen, die zu mehreren Besetzungsänderungen geführt hat. So hat es auch Kammersänger Neil Shicoff erwischt – und wie sich heute Nachmittag herausgestellt hat, wird er bis … Continua a leggere

Lucio Silla in Scala 1984-2015

Questa sera la programmazione scaligera prevede Lucio Silla, titolo  reputato minore fra quelli scaligeri. E’ assente dal giugno 1984 in un teatro che non ha mai proposto né Mitridate né Ascanioin Alba e nella quale una Semiramide manca da più … Continua a leggere

Le cronache di Nicola Ivanoff. Norma. Barcelona, 15 y 17 de febrero.

Este mes de febrero el Gran Teatre del Liceu ha representado Norma con un doble reparto. Según se dijo en la rueda de prensa, la parte visual del espectáculo, coproducido junto a la Ópera de San Francisco, la Ópera de … Continua a leggere

La provincia italiana: I Capuleti e i Montecchi Reggio Emilia 1981

Talvolta, forse per caso, la provincia italiana, oggi rappresentata dal Teatro comunale di Reggio Emilia insegna alle istituzioni cui preposta la filologia ed il recupero delle prassi esecutive antiche. E non poteva essere differentemente quando si disponeva di un titolo … Continua a leggere

Il soprano prima della Callas, trentatreesima puntata. Giannina Arangi Lombardi

Nel decennio 1925-’35 due soprani italiani: Giannina Arangi Lombardi (1891-1951) e Bianca Scacciati (1894-1948) detennero  nei maggiori teatri italiani l’esclusiva dei titoli drammatici a partire dal Puccini di Tosca e Turandot a Santuzza di Cavalleria, passando alla produzione tardo ottocentesca … Continua a leggere

Un’Aida da sottoScala. Si, questo è un paese per vecchi.

Si fatica anche a redigere un sintetico resoconto dopo una serata tanto pesante, noiosa quanto inutile, talora perfino imbarazzante, come è stata l’Aida cui ho assistito ieri sera. Resoconto doveroso perché siamo stati tra il pubblico dello spettacolo magro di … Continua a leggere